Stanzoni Digitali: fase 2.0

Ciao a tutti.

E’ stato un anno pieno di cose interessanti. Questo progetto è iniziato a Gennaio scorso senza che nessuno lo conoscesse ed adesso in città a Prato è un format che si è dimostrato possibile.

La creazione del format è stata possibile perchè in molti hanno dato un loro contributo dimostrazione che “fare rete” non è solo roba da social network ma qualcosa di utile per creare iniziative reali.

Abbiamo realizzato concretamente 5 serate evento e creato una prima riflessione su quelli che sono alcuni temi della cultura digitale in città.

Mi piacerebbe proseguire su due fronti nell’anno prossimo.

  • Proseguire organizzando serate-evento come quelle fatte sino ad ora su precisa richiesta di chi può mettere a disposizione il suo stanzone. Questo significa che chi sarà d’ora in avanti interessato a realizzare una serata di stanzoni digitali potrà contattarmi per organizzare. Questo avverrà senza l’obbligo di calendarizzare necessariamente un incontro al mese, alla settimana etc etc…Il format è a disposizione ma è necessaria una volontà di riceverlo nei luoghi in cui lo si vuole vedere implementato.
  • Cercare di diffondere quanto più possibile il format anche fuori da Prato, abbiamo cominciato andando fuori comune, ma si può fare molto di più specialmente puntando sui rapporti che ognuno di noi ha con persone al di fuori della nostra città.

Sono a disposizione per ogni chiarimento, discussione , critica o miglioramento.

Auguro Buone Feste a chi ci segue

Matteo

Artigiani 2.0 : la terza serata di stanzoni digitali

C’è da ringraziare un po’ tutti quelli che sono intervenuti durante la serata dello scorso 10 Luglio. Michele Vianello, Made Da Franco, il Comune di Prato con l’assessore Squittieri, Radio Spin, il casotto Atipico, la Provincia di Prato. E’ stata una serata direi avvincente.

Lo dico in modo onestissimo e senza alcun problema: i presenti a sedere erano 22 (contati personalmente), più un po’ di via vai generato dalla presenza della splendida cornice del giardino. Ma io sono sempre stato convinto (e continuo ad esserlo) che Stanzoni Digitali non sia un progetto che vuole riempire teatri o platee di chissà quante persone. E’ così che si costruisce la cultura, a poco a poco, pezzo per pezzo. Per me sono stati molto più importanti i pareri dei presenti, tutti molto interessati e soddisfatti. Vi dico solo il parere più curioso arrivato oggi proprio da un artigiano “io ne capisco poco di tutto questo, ma questo film lo voglio vedere tutto prima di dire che non mi riguarda”.

Abbiamo riflettutto sul tema del nuovo artigianato, cosa non scontata in un’epoca dove ancora si tende troppo spesso a considerare Artigianato e ICT due mondi paralleli.

Sono convinto che questo sia un progetto destinato a crescere a Prato, basterà volerlo.

Ci vediamo a Settembre quindi! A presto!

Sotto trovate le slide di introduzione e di Michele Vianello.

Qui le foto della serata.

 

 

Il racconto della prima serata

La sera del 28 Aprile 2015 a Vergaio, Prato, pioveva. “Non è proprio la serata ideale” ho pensato per un attimo prima di approntare il nostro primo “stanzone digitale”, ma poi ho smesso di pensarci non appena sono entrato dentro il Kolam Theatre, un ex-stanzone di tessitori pratesi oggi completamente riqualificato come piccolo teatro di paese e per l’evento preparato a dovere da Virginia e Monica che ne curano le attività. Avevano pensato a tutto ciò che serviva senza far sembrare quel posto un posto troppo “moderno”, mantenendone quindi tutti gli aspetti di  luogo “storico” pratese. C’era un Hotspot WIFI come avevo richiesto, un impianto audio con musica di sottofondo, un cerchio di seggiole e un paio di tavolini bassi su un pavimento di parquet dove appoggiare tre computer e il proiettore che mi ero portato. Semplicemente meraviglioso.
 
Ed è stato li che ho capito che una serata di stanzoni digitali si crea con poco, ed è giusto che sia cosi, perchè il progetto cerca una dimensione informale direi quasi “familiare” per cui le persone che vogliono avvicinarsi al mondo della tecnologia non si debbano mai sentire “alunni di una classe” o sotto esame. Perchè di fatto, e l’ho ribadito all’inizio dell’incontro, il progetto non è un progetto che vuol sostituire chi fa corsi di informatica o corsi di social marketing. Assolutamente. Il progetto è essenzialmente di cultura e cerca con questo tipo di serate di avvicinare le persone a questi mondi per dare loro alcuni spunti su cui riflettere, perchè poi chi sarà curioso davvero possa poi approfondire da solo o con formazione i temi che più lo hanno appassionato.
 
E “Twitter Per Tutti” quindi è stato fatto cosi, con me seduto in terra sul parquet che ho moderato la discussione con poche slide, Francesco (DC di Montemurlo) che ha creato un hangout video su Youtube, altri attivisti che si sono messi in discussione assieme a persone che non avevano mai usato Twitter e li hanno aiutati a capire come ci si iscrive, come si manda un Tweet a qualcuno, come si crea un hashtag.
E sono soddisfatto che l’atmosfera fosse questa, non quella di un grande evento ma quella di un “focolare domestico” con attorno 20 persone con smartphone e qualche notebook, che poi è quello che accadeva (lo so perchè me lo hanno raccontato i miei nonni) negli anni 50/60 a Prato quando per le strade ci si ritrovava a casa della persona che si poteva permettere di comprare una TV per vedere come fosse fatta questa fantomatica televisione. Noi ieri eravamo seduti tutti attorno ad un uccellino blu chiamato Twitter.
Le foto sono qua
Questo l’hangout non proprio perfetto come audio ma si sentono bene i concetti principali, miglioreremo!

Ecco come approfittare del ponte pasquale per stanzoni digitali

Cari amici ricordatevi che:

  • Avete tempo sino a Domenica 5 Aprile per votare la locandina del progetto come descrito qui
  • Avete tempo sino a Lunedi 6 Aprile per fare il vostro video per il progetto come descritto qui

Dalla prossima settimana manderemo in stampa le locandine nella forma scelta e divulgheremo la data e la location del primo incontro: #staytuned !

Un saluto e un augurio di buona Pasqua a tutti!

 

Vota la locandina di stanzoni digitali

Cari tutti, qui sotto le 6 locandine che abbiamo elaborato come possibili per il progetto. Sta alla community votare la locandina preferita. Come fare?

  1. Iscrivetevi al gruppo facebook #stanzonidigitali
  2. Scegliete la vostra locandina
  3. Votate con questo sondaggio

Il sondaggio sarà chiuso Domenica 5 Aprile ore 24.

1

Locandina 1

2

Locandina 2

3

Locandina 3

4

Locandina 4

5

Locandina 5

6

Locandina 6